Hugo de Groot è considerato uno dei più grandi giuristi mai esistiti. Con le famose opere ‘De jure belli ac pacis’ e ‘Mare Liberum’, egli creò le basi dell’attuale sistema giuridico in Occidente. L’influenza di De Groot, tuttavia, non fu apprezzata da tutti…

Giovane talento

Hugo de Groot era un giovane ricco di talento. A otto anni scriveva poesie in latino e traduceva volumi dal greco e dall latino. A undici anni era studente all'università di Leiden. Al termine degli studi, Hugo de Groot era avvocato all'Aia. Infine egli divenne Pensionario di Rotterdam, il Consigliere più importante del Consiglio Comunale.

Ergastolo

Dopo il 1610 scoppiò un conflitto religioso fra rimostranti e contro-rimostranti. Hugo de Groot si schierò con i rimostranti, e lo Statolder Principe Maurizio lo condannò all'ergastolo, prima all'Aia e poi nel Castello di Loevestein.

Evasione spettacolare

Di tanto in tanto, i guardiani portavano a De Groot una grande cassa di libri inviata dalla sua famiglia, che si trovava a Gorinchem. Il 22 marzo 1621, Hugo si infilò nella cassa. I guardiani, che non sospettavano nulla, lo trasportarono all'esterno, e De Groot fuggì a Parigi. Divenne una storia nota: oggi circolano diverse casse, di cui si dice che furono utilizzate da Hugo de Groot per evadere. Una di queste si trova nel Prinsenhof di Delft.

Cronologia »

Chiudere la timeline ×